ASILO NIDO
Queste esperienze “su misura” sono le attività che gli educatori, quotidianamente, progettano, allestiscono all’interno dei laboratori secondo la metodologia Senza Zaino.

In ogni laboratorio lo spazio per le attività è riconoscibile da disegni descrittivi o foto o se necessario in sequenze di immagini o foto che raccontano cosa si fa in quello spazio.

Lo spazio inoltre è organizzato per attività individuali, di coppia, di piccolo gruppo, differenziate per tavoli, a terra, di grande gruppo.

I materiali a disposizione devono essere adeguati da non essere troppi, i bambini devono essere preparati per utilizzarli; la maestra lavora con loro prima e durante l’attività in base alla tipologia. La maestra ha il ruolo di regista o di facilitatore per potenziare al massimo ogni singolo bambino.

LO SPAZIO LATTANTI

È uno spazio raccolto e tranquillo. Spesso l’atmosfera si crea anche attraverso il profumo delicato della biancheria e degli arredi igienizzati con i prodotti adatti ai neonati e da un sottofondo musicale sussurrato che culla il vissuto dei bambini durante la permanenza al nido.

Lo spazio è corredato di tappeto lavabile, giocattoli strutturati per la scoperta adatti alla fase orale dei bambini di questa età e per la stimolazione dei 5 sensi di sostegni alle pareti per l’avvio della posizione eretta, stimolazione ai primi passi e alla deambulazione e di uno specchio per il riconoscimento e la lettura della mimica facciale.

LABORATORIO PRASSICO-MOTORIO

Afferrare, infilare, inserire, incastrare, avvitare/svitare, aprire/chiudere sono tutti movimenti che i bambini esperiscono attraverso la manipolazione di oggetti e attraverso l’esplorazione del proprio corpo. Le capacità motorie si riferiscono alla capacità di coordinare diversi movimenti di piccoli gruppi muscolari con precisione. La coordinazione tra le parti principali del corpo (braccia, gambe, dorso…) è la motricità globale, mentre quella che riguarda il controllo di mani, dita, piedi, occhi è la motricità fine. Lo strumento principale per affinare queste capacità è il gioco. I giochi che vengono proposti aiutano a favorire e rinforzare le abilità fino-motorie, quindi migliorano la precisione, le capacità attentive, le capacità manuali, la coordinazione occhio-mano. Inoltre favoriscono la creatività, la fantasia e l’immaginazione.

LABORATORIO MUSICAINFASCE

Nelle fasce di età 3-36 mesi viene proposto settimanalmente il laboratorio di Musicainfasce che coinvolge gruppi di bambini eterogenei di 8-10 e viene svolto in compresenza delle educatrici che hanno formazione inerente la metodologia  proposta dall’ educatore specialista abilitato AIGAM.

Il modello di apprendimento proposto “Music Learning Theory” (teoria dell’apprendimento musicale) di Edwing E. Gordon, ha come modello di insegnamento la  sequenzialità dove in assenza totale di linguaggio parlato con melodie, brani tonali e ritmici, attività ludiche informali non strutturate e  movimento a flusso continuo,  la Fase di Acculturazione si divide in 3 Stadi: assorbimento, risposte casuali, risposte intenzionali.

Alcune esperienze di laboratorio vengono proposte anche ai genitori.

Il percorso viene continuato nell’esperienza di educazione musicale proposta per le fasce d’età 3-6 anni nella coerenza metodologica e di relazione.